Notizie e approfondimenti sul clima che cambiaPosts RSS Comments RSS

In memoria di Guido Barone

Ci ha lasciato nei giorni scorsi Guido Barone, uno scienziato riconosciuto a livello nazionale ed internazionale sui temi della calorimetria e della chimica fisica ambientale, nonché uno dei primi collaboratori e autori di Climalteranti.

Guido ha insegnato per molti anni all’Università di Napoli Federico II, tenendo i corsi di Corsi di Chimica Fisica Biologica, Chimica Fisica Ambientale, Dinamica e Regolazione di Processi Lontani dall’Equilibrio e Tecnologie Energetiche. Ha pubblicato oltre 200 lavori su riviste internazionali qualificate e dotate di peer review.

Guido è stato via via per molti di noi un mentore, un punto di riferimento, un amico, un tutor, una certezza in tanti settori; impegnato sulla struttura dell’acqua, fin dagli anni 60 si era poi piano piano trasferito sui temi più ampi della Chimica Fisica Ambientale costruendo un valido gruppo di ricerca. Curioso di tutto ciò che riguardava l’acqua, un vero acquologo e acquosofico, non disdegnava anche temi di confine. Era stato con Emilio Del Giudice, che lo ha preceduto di poco, e con Ennio Galzenati, una delle persone che ha segnato la vita culturale e sociale della Napoli degli anni ‘60 e ‘70.

Negli ultimi anni molti di noi hanno interagito con lui sui temi del riscaldamento globale e del ruolo di alcuni gas serra, come il metano e gli idrati di metano, che erano divenuti uno dei suoi interessi costanti; faceva parte di numerosi altri gruppi di discussione e divulgazione e dava il proprio costante contributo di conoscenze e di passione. Ogni tanto mi mandava qualche testo che stava elaborando su temi scientifici, ma anche della cultura e della storia recente di Napoli.

Ciao Guido, ti ricorderemo sempre come alcuni di noi ti hanno conosciuto in gioventù: la barba lunga, gli occhi vivaci, la battuta sferzante, condito di giacca e cravatta e l’immancabile cocacola.

È possibile rileggere i post di Guido Barone su Climalteranti ai seguenti link:

L’aumento delle emissioni di HFC e il riscaldamento globale

I periodi caldi del passato e il riscaldamento attuale

Terremoti nell’Ohio provocati dall’ “Hydraulic fracking” ?

E intanto…’sto buco dell’ozono? (parte prima)

E intanto…’sto buco dell’ozono? (parte seconda)

E intanto…’sto buco dell’ozono? (parte terza)

Le emissioni di metano dal permafrost artico e i pericoli per il futuro del clima

3 responses so far

3 Responses to “In memoria di Guido Barone”

  1. Francesco Tornatoreon Ago 30th 2016 at 13:23

    Ho avuto la fortuna di essere studente di Guido Barone (con lui ho fatto l’esame di Chimica-Fisica Ambientale) e di essere suo “dirimpettario” durante il periodo in cui preparavo la mia tesi a Napoli (lavoravo nel laboratorio di fronte al suo studio). Non dimenticherò mai le interessanti chiacchierate fatte tra una corsa dell’HPLC e l’altra su tanti temi che spesso esulavano dall’ambito scientifico ma che lo vedevano sempre e comunque formatore attento ed informato.
    Un caro saluto Prof.

    Francesco Tornatore

  2. Roberto Mannaon Ott 24th 2016 at 19:36

    Un colpo al cuore, un professorone stimato ed amato da tutti. Ho avuto la fortuna di seguire 3 suoi corsi durante la mia triennale. Ho ancora custodito I suoi appunti scritti a penna da lui, una “Manna” dal cielo per me.
    Ciao Guido,mancherai a tutti,sia come scienziato che come uomo.

    Roberto.

  3. […] sua fondazione, altri si sono aggiunti in seguito o l’hanno accompagnato solo per alcuni anni. Guido e Volfango ci hanno […]