Notizie e approfondimenti sul clima che cambiaPosts RSS Comments RSS

La falsa petizione “contro le eco-bufale” del Prof. Zichichi e Il Giornale

Il 5 luglio è apparso su “Il Giornale” un articolo in cui il Prof. Antonino Zichichi ha ribadito le sue posizioni estreme sulla questione climatica, parlando di “eco-bufale”, di “terrorismo” e criticando in modo radicale la modellistica climatica; l’articolo è stato presentato da un titolo (si presume della redazione) in cui si definivano “ciarlatani” gli scienziati che ritengono che le attività umane stiano modificando il clima del pianeta.

Climalteranti ha già spiegato in un precedente post lo scarso spessore scientifico di questa ulteriore raffica di “zichicche”, nonché la stranezza della sezione intitolata “Appello della Scienza contro le eco-bufale” dove “La Scienza” sembrava rappresentata, oltre che dal prof. Zichichi in persona, dalle firme di venti scienziati.

Ora, questa cosa è parecchio strana per vari motivi. Il primo è che dei venti firmatari non ce n’è uno, che sia uno, che si occupi di clima. Sono quasi tutti fisici delle particelle o fisici teorici. La seconda stranezza è che non si capisce bene dall’articolo de “Il Giornale” che cosa queste persone abbiano firmato. Di quali “eco-bufale” si tratta, esattamente?

Così, abbiamo pensato di contattare direttamente i firmatari, chiedendo loro gentilmente se potevano darci qualche delucidazione su cosa avessero firmato e se fossero d’accordo con le idee di Zichichi. La lettera è stata firmata da 37 studiosi che in diverso modo lavorano nel settore dei cambiamenti climatici.

I risultati sono stati interessanti. Dei venti firmatari, cinque ci hanno risposto esplicitamente che non hanno firmato niente del genere e che NON sono assolutamente d’accordo con le opinioni di Zichichi e nemmeno con l’idea di chiamare “ciarlatani” e “terroristi” quelli che si occupano di clima. Degli altri 15, nessuno ha confermato che ha firmato sapendo cosa firmava e che è d’accordo con Zichichi.

Ad esempio:

– Isabell Melzer-Pellmann ci ha scritto: “sono molto dispiaciuta che il mio nome sia stato citato nel giornale con l’articolo del Prof. Zichichi, di cui non condivido le opinioni”;

– Michael Duff ci ha scritto: “potrei aver firmato una richiesta di sanzioni più dure contro l’inquinamento, ma è un peccato se la mia firma e l’articolo del professor Zichichi hanno creato l’impressione che io sia uno scettico sul clima, perché non lo sono”;

– Peter Jenni ci ha scritto: “è vero che ho firmato un testo in inglese con quattro punti, pensando (forse non abbastanza) che fossero ragionevoli. In nessun modo ho pensato che avrebbero implicato il contenuto o lo stile / le accuse riportato nell’articolo de Il Giornale firmato dal Prof. Zichichi”.

In sostanza, dalle risposte ricevute, ci sembra di capire che in una recente scuola di fisica tenuta a Erice sia circolata una breve petizione (“cinque righe in inglese”) in cui si parlava di agire con più forza contro l’inquinamento atmosferico, ma non si diceva niente delle particolari opinioni del Prof. Zichichi sulla scienza e sugli scienziati del clima.

Alla fine dei conti, sembra chiaro che qualcuno abbia sfruttato la buona fede di perlomeno alcuni (e forse molti) dei firmatari della “petizione” per una delle solite operazioni politiche dove si cerca di screditare la scienza del clima.

In conclusione, l’appello dei 20 scienziati contro le eco-bufale semplicemente non esiste: ci sono solo le tesi senza fondamento di un fisico delle particelle, a cui – e questa è la cosa più grave –, un quotidiano nazionale continua a dare credito. In spregio non tanto alle regole basilari della deontologia professionale che imporrebbero di controllare le fonti (su questo ci siamo abituati, non chiediamo tanto a Il Giornale), ma al buon senso.

Ecco il testo della lettera ai 20 scienziati presunti firmatari dell’appello pubblicato da “Il Giornale”:

Dear colleague,

You may be aware that your name and academic affiliation have been included in a list of signatories of an appeal related to climate change recently published in a National Italian newspaper (Il Giornale, 05-07-2017).

From the article as it has been published, it is difficult to understand what is exactly the text of the “appeal.” However, the title says that the signatories are against unspecified “climate hoaxes” and against “environmental terrorism.” The appeal seems to consist of (or at least to be in agreement with) a series of statements by Professor Antonino Zichichi which appear in the same pages. As scientists directly and indirectly involved in climate science, we find hard to follow the logic of Prof. Zichichi’s arguments and surely we don’t agree with his interpretation of climate science. We note also that the text includes branding as “charlatans” those who maintain that greenhouse gases can modify the earth’s climate.

We are, of course, open to discuss different interpretations of climate than the currently accepted ones. But we find hard to believe that a group of scientists who don’t seem to have qualifications and/or experience in climate science agreed to sign a document in which their colleagues engaged in climate science research are defined as charlatans and terrorists.

We therefore wonder whether you are aware of what exactly you signed and of how your signature has been presented and used in Italian media. On this point, we hope that you can provide us with a clarification.

For your information, we include a scan of the article that was published on “Il Giornale.” We also thought you might be interested in a list of the scientific organizations – which include many thousands of working scientists – which agree on the fact that climate change is the result of human activities. https://www.opr.ca.gov/s_listoforganizations.php.

Signed by the following scientists

Vincenzo Artale, ENEA, Roma

Carlo Barbante, Università di Venezia

Ugo Bardi, Università di Firenze

Alessio Bellucci, Centro EuroMediterraneo sui Cambiamenti Climatici, Bologna

Daniele Bocchiola, Politecnico di Milano

Giorgio Budillon, Università Parthenope, Naples

Carlo Cacciamani, Arpae-Simc, Bologna

Simone Casadei, Fuels Department, Innovhub-SSI

Stefano Caserini, Politecnico Milano

Claudio Cassardo, Università di Torino

Sergio Castellari, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Claudio Della Volpe, Università di Trento

Sara Falsini, Università di Firenze

Davide Faranda, LSCE-IPSL, Université Paris-Saclay

Paolo Gabrielli, The Ohio State University

Antonio Garcia-Olivares, Institute of Marine Sciences, Barcelona

Emilio García-Ladona, Institute of Marine Sciences, Barcelona

Mario Grosso, Politecnico di Milano

Klaus Hubacek, University of Maryland

Christian Kerschner, Masaryk University, Brno, Czech Republiic

Piero Lionello , Università del Salento

Luca Lombroso, Università di Modena

Vittorio Marletto, ARPAE Emilia-Romagna

Simona Masina, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, CMCC

Maurizio Maugeri, Università di Milano

Luca Mercalli, The Italian Meteorological Society

Gabriele Messori, Stockholms Universitet

Daveide Natalini, Global Sustainability Institute, Anglia Ruskin University, Cambridge

Elisa Palazzi, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (ISAC-CNR)

Antonello Pasini, CNR, and Università di Roma 3.

Ilaria Perissi, INSTM, University of Florence

Lulin Radulov, BSERC, Technical University of Sofia

Jordi Sole Olle, Institute of Marine Science, Barcelona

Stefano Tibaldi, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici

Antonio Turiel, Institute of Marine Sciences, Barcelona

Marina Vitullo. National Institute for Environmental Protection and Research, ISPRA

Dino Zardi, Università di Trento

 

Testo del Comitato Scientifico di Climalteranti e di Antonello Pasini

35 responses so far

35 Responses to “La falsa petizione “contro le eco-bufale” del Prof. Zichichi e Il Giornale”

  1. Pierluigi Vernettoon Lug 25th 2017 at 16:17

    se facessero a me uno scherzo del genere, partirei in tromba con avvocati a far querele. Ma forse ormai Zichichi lo conoscono tutti e lo sopportano come si sopporterebbe un bambino capriccioso

  2. Stefano carnevalion Lug 25th 2017 at 23:07

    Cosa si chiedeva Frackowiac? Frackowiak si chiedeva..’ma la termodinamica nei condomini è centralizzata?’ (cit. Crozza/Zichichi)

  3. markogtson Lug 26th 2017 at 22:26

    Eravamo io, Teller… io…

  4. Stefanoon Lug 26th 2017 at 08:16

    Forse si tratta di una bufala in questo caso, ma non dimentichiamo di quando la SIF, per voce della Prof Cifarelli, é stata l unica società scientifica italiana a non schierarsi dalla parte del resto della scienza italiana a Parigi:

    http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2015/11/26/verso-parigi-e-di-come-i-fisici-italiani-si-chiamano-fuori-dallappello-sul-clima/

    Chi ha mai parlato con fisic teorici e particellari in Italia sa bene da che parte sta la maggior parte di loro

  5. Vittorio Marlettoon Lug 26th 2017 at 10:39

    Stanno sulla luna, e là li lascerei

  6. […] uscire anche sul mio blog questo post uscito su Climalteranti sul tema del clima, e di come certi scienziati e giornali ne parlano in modo del tutto improprio e […]

  7. Gianlucaon Lug 26th 2017 at 20:23

    Buonasera,
    potrei avere alcune delucidazioni in merito alla vostra lettera inviata ai 20 scienziati?

    1) A quale scopo avete fatto firmare la lettera a quei 37 studiosi ?

    2) A quale scopo avete allegato quella lista di organizzazioni scientifiche?

    3) Chi sono gli altri 2 dei 5 scienziati che hanno risposto esplicitamente? E’ possibile sapere anche le loro risposte?

    4) Che ne è stato dei restanti 15 firmatari? Hanno semplicemente taciuto o hanno risposto comunque qualcosa e, nel caso, è possibile sapere tali risposte?

    Grazie.
    Cordiali saluti

  8. Stefano Caserinion Lug 27th 2017 at 09:14

    @ Gianluca
    1) e 2): per lo stesso scopo per cui abbiamo scritto il post
    3) Peter Minkowski e Zvi Bern; non ci hanno autorizzato esplicitamente a pubblicare il testo delle loro mail, ma sono risposte simili a quelle riportate.
    4) Hanno semplicemente taciuto.

  9. Gianlucaon Lug 27th 2017 at 15:14

    @ Stefano Caserini

    Grazie per le risposte.
    Lo scopo del vostro post è abbastanza chiaro, mentre continua a non essermi ben chiaro il motivo che vi ha spinto ad inviare una lettera di richiesta di delucidazioni facendola firmare da 37 altre persone ed aggiungendo inoltre una lista di organizzazioni pro-AGW.

    Potrebbe passare quasi per una forma di intimidazione verso coloro a cui è rivolta la lettera, come a dire:
    “Attenti a come rispondete perché ci sono 37 illustri scienziati e ben 198 organizzazioni scientifiche che la pensano diversamente da voi!”

    Il che giustificherebbe anche il motivo per cui gli altri 15 abbiano diplomaticamente preferito ignorare la vostra lettera.

  10. Robertoon Lug 27th 2017 at 17:17

    @Gianluca

    “una lista di organizzazioni pro-AGW.”

    Cosa sono delle organizzazioni pro-AGW…potrebbe chiarire meglio questo punto?

    “Potrebbe passare quasi per una forma di intimidazione verso coloro a cui è rivolta la lettera, come a dire”

    Zichichi fa circolare una petizione in cui si afferma che le conclusioni di migliaia di scienziati, compresi molti di quelli presenti nella lettera, sono in realtà bufale e lo fa inserendo nomi senza permesso e lei si pone il problema sul perchè vi siano le firme degli scienziati sotto accusa?
    Mi viene il dubbio che il suo pregiudizio di base, evidente, non riesca a farle realizzare dove è il problema reale.

  11. Gianlucaon Lug 27th 2017 at 19:00

    @ Roberto

    “Pro-AGW” sarebbe un acronimo (ormai largamente diffuso e coniato, tra l’altro, dal mainstream) utilizzato per brevità in sostituzione di “a favore della teoria del Global Warming Antropico”.

    Vorrei comunque precisare che fondamentalmente non ho alcun pregiudizio di base, ma sto solo cercando di schiarirmi le idee sul problema del Global Warming, sulle sue cause, sulle sue conseguenze e sugli eventuali rimedi.

    Inoltre non mi stavo ponendo alcun problema (se Zichichi ha davvero usato in modo fraudolento le firme di quelle persone per i suoi scopi, sarà eventualmente passibile di azioni legali da parte loro), ero semplicemente interessato a capire il motivo di quelle firme e che utilità potessero avere in quella specifica lettera, tutto qui.

  12. oca sapienson Lug 27th 2017 at 21:48

    Gianluca,

    ben 198 organizzazioni scientifiche che la pensano diversamente da voi!

    Il problema era conoscerne il pensiero di 20 persone che dicono di rappresentare tutta la Scienza (l’unica cosa chiara dell’appello, secondo me).

    organizzazioni pro-AGW

    non ho capito, mi scusi. Intende dire le università e gli enti di dove lavorano i firmatari della lettera?

  13. Gianlucaon Lug 28th 2017 at 01:39

    @ oca sapiens

    “non ho capito, mi scusi. Intende dire le università e gli enti di dove lavorano i firmatari della lettera?”

    Intendevo dire quelle 198 organizzazioni scientifiche elencate nel link della vostra lettera ai 20 scienziati: “list of the scientific organizations which agree on the fact that climate change is the result of human activities”.

    “Il problema era conoscerne il pensiero di 20 persone che dicono di rappresentare tutta la Scienza (l’unica cosa chiara dell’appello, secondo me).”

    Il problema che sto cercando di evidenziare con le mie domande è invece che (forse anche per colpa di qualche scelta infelice nell’impaginazione dell’articolo di Zichichi, ad opera della redazione de Il Giornale) è stato travisato il vero significato di quell’appello e cioè che quei 20 scienziati hanno firmato semplicemente contro il terrorismo ambientalista professato da tutti quei politici, giornalisti ed opinionisti che di climate change non capiscono granché confondendolo spesso e volentieri con l’inquinamento atmosferico.

    Insomma, cercando di leggere senza troppi pregiudizi l’articolo di Zichichi, appare abbastanza evidente che quel “Ciarlatani” non fosse rivolto ai climatologi, bensì a quello stuolo di personaggi che affollano i talk-show e “pontificano su argomenti che non conoscono” improvvisandosi essi stessi climatologi e parlando di “Scienza per «sentito dire»”.

    Per cui, con la vostra lettera sottoscritta da quelle 37 persone, a mio avviso, avete in qualche modo illustrato ai 20 firmatari una versione distorta di quell’appello, giocando anche sul fatto che la maggior parte di essi non conosce bene l’italiano e quindi non può essere in grado di valutare direttamente l’articolo nel suo complesso (infatti mi par di capire che gli unici 5 che vi hanno fornito una risposta siano tutti stranieri o comunque non di madrelingua italiana).

  14. samdroon Lug 28th 2017 at 14:46

    Con ogni probabilità Zichichi ha voluto autocensurarsi (…bufale). Ha però fatto un pò di confusione. Dispiace che anche Rubbia, anche lui fisico delle particelle abbia sostenute tesi negazioniste un paio di anni fa. E pensare che Arrhenius, alla fine dell’800 calcolò un aumento di circa 3 °C della temperatura terrestre, a seguito di un raddoppio della CO2 sulla Terra.

  15. Gianlucaon Lug 28th 2017 at 15:55

    @ Sandro

    “E pensare che Arrhenius, alla fine dell’800 calcolò un aumento di circa 3 °C della temperatura terrestre, a seguito di un raddoppio della CO2 sulla Terra.”

    Ma non dimentichiamo che Arrhenius sosteneva anche l’effetto altamente benefico di quell’aumento di CO2, in quanto secondo lui contribuiva a rendere “più equilibrato” il clima terrestre globale ed allontanava gli effetti nettamente più disastrosi di un’altra eventuale era glaciale.

    Tutto ciò ad ulteriore conferma che i pregiudizi portano sempre ad evidenziare solo ciò che fa più comodo all’una o all’altra corrente di pensiero.

  16. oca sapienson Lug 28th 2017 at 18:05

    Gianluca,

    appare abbastanza evidente che quel “Ciarlatani” non fosse rivolto ai climatologi

    forse lei dimentica che sono proprio loro a dire che l’inquinamento atmosferico causato dai gas serra modifica il clima?

    Arrhenius sosteneva anche l’effetto altamente benefico di quell’aumento di CO2

    Sì, ha scritto che la CO2 emessa dall’uso del carbone potrebbe essere benefica in particolare “per i paesi alle latitudini elevate”. Poi s’è visto che gli inquinanti prodotti dal carbone sono dannosi dappertutto.

    i pregiudizi portano sempre ad evidenziare solo ciò che fa più comodo.

    In questo caso si tratta di una semplice cortesia.

    Il presunto appello parla della richiesta – rivolta non si sa a chi – di citare scienziati d’accordo con la teoria dell’effetto serra, che è rimasta senza risposta mentre l’appello raccoglie “ben altri 20 nomi” (oltre a Galileo e Newton citati da Zichichi in giugno). E chiude con “Aspettiamo smentite”.

    Visto che ne sono arrivate 42, sarebbe maleducato farle aspettare inutilmente.

  17. Gianlucaon Lug 28th 2017 at 19:03

    @ oca sapiens

    “Poi s’è visto che gli inquinanti prodotti dal carbone sono dannosi dappertutto.”

    Sul fatto che alcuni inquinanti prodotti dal carbone siano dannosi non ci piove (arsenico, mercurio, polveri sottili e ultrasottili, anidride solforosa, biossido di azoto), ma che lo sia anche la CO2 mi pare che sia una argomento ancora fortemente dibattuto.
    .
    .
    .
    “Il presunto appello parla della richiesta di citare scienziati d’accordo con la teoria dell’effetto serra”

    Veramente nell’articolo non c’è scritto questo, bensì chiede semplicemente di citare gli scienziati “che sarebbero contro le nostre verità scientifiche”, ovvero che “La Scienza non ha l’equazione che permette di descrivere l’evoluzione del Clima, ma la certezza su come combattere l’inquinamento planetario”.
    Insomma nell’appello di Zichichi non ho trovato nessun riferimento all’effetto serra.

  18. oca sapienson Lug 29th 2017 at 16:48

    Gianluca,

    la terza “verità” ripetuta nell’articolo come nei precedenti è che i gas serra non influenzano il clima. Sono false tutte e tre.

    che sia [dannosa] anche la CO2 mi pare che sia una argomento ancora fortemente dibattuto

    Oh bella… E’ dibattuto che l’eccesso di CO2 atmosferica sta acidificando gli oceani? Per caso, si ricorda da chi?

  19. Renato Rossion Lug 29th 2017 at 19:49

    E’ disponibile il testo originale del Appello di Prof. Zichichi discusso nel post?

    R

  20. Gianlucaon Lug 29th 2017 at 22:56

    @ Renato Rossi

    Può trovarlo qui:

    http://www.poolinquinamento.it/xml/2017/7/5/6ryrna/6ryrna.pdf

    o qui:

    http://i.imgur.com/vSl7CWW.jpg

  21. Renato Rossion Lug 30th 2017 at 10:42

    Grazie Gianluca,
    ma penso il che testo originale dell’Appello in questione dovrebbe essere in inglese, e nel contenuto dei link da Lei qui sopra forniti in inglese non trovo niente, come non trovo niente che assomigli a un appello, a parte “I punti” nella colonna a destra di pag. 2 del primo dei due link da Lei forniti, che a mio avviso potrebbero semmai essere la sintesi di una libera traduzione.

    Mi scuso se la mia richiesta, per la sua genericità, Le ha fatto perdere del tempo nel fornirmi link che poi non contengono quello che chiedevo.
    Preciso la richiesta: vorrei leggere il testo originale dell’Appello di cui al post, nella lingua in cui è stato originariamente proposto.

    Saluti.

    RR

  22. Stefano Caserinion Lug 30th 2017 at 10:59

    @ Retano Rossi
    uno dei problemi di questa vicenda è proprio questo; non è chiaro quale sia l’appello.
    Da quanto si è capito, Zichichi ha fatto circolare fra i fisici invitati a Erice un testo in cui si chiedeva di agire contro l’inquinamento e di studiarlo in modo rigoroso.
    Il tutto è stato tramutato nei 4 punti suddetti; il testo negazionista sul clima e il titolo con i ciarlatani sono stati aggiunti successivamente.

  23. Gianlucaon Lug 30th 2017 at 13:43

    Chiedo scusa se sto abbondantemente sforando il limite dei 5 commenti, ma penso che possa interessare a tutti sapere che esistono le registrazioni audio relative a quel convegno, disponibili direttamente sul sito del CCSEM.
    In particolare, la registrazione in cui Zichichi parla proprio dell’appello in questione è ascoltabile al seguente link:

    http://www.ccsem.infn.it/issp2017/audio/Zichichi20170617.mp3

    Il punto in cui si accenna al documento con la raccolta delle firme è circa al minuto 14, e si sente chiaramente Zichichi, con marcato accento siculo, che annuncia di aver fatto circolare un “document on climate problem”, quindi è verosimile supporre che i firmatari fossero più o meno a conoscenza di ciò che stavano andando a firmare.

  24. oca sapienson Lug 30th 2017 at 15:35

    Renato

    vorrei leggere il testo originale dell’Appello

    Benvenuto nel gruppo

    Gianluca,

    “document on climate problem”.

    Grazie. Qui

    http://www.ccsem.infn.it/issp2017/docs/TheFutureOfOurScienceZichichi.pdf

    avevo trovato il punto 3 e mi pare giusto: la Scienza non può essere accusata di un fatto mai avvenuto in climatologia.

    Che il clima sia un problema lo pensano in tanti. Dall’audio non si capisce quale sia, ma bisogna convincerne i politici con la “scienza aristotelica”.

    Idea geniale, trovo. Se l’immagina la faccia di Donald Trump o di Xi Jinping?

  25. G Messorion Lug 31st 2017 at 09:48

    Gianluca, lei sta volontariamente o involontariamente fraintendendo la situazione.
    Il problema non è tanto se i 20 firmatari sapessero cosa hanno firmando ad Erice, quanto il fatto che poi Zichichi ha affermato avessero firmato ben altro. Passare da “climate problem” ad accuse di terrorismo ed eco-bufale è un bel salto…

    Per chiarirci, è un po come se le chiedessi di firmare oggi un appello a favore della libertà dei blog di questioni climatiche su internet e poi domani scrivessi un bel post qui su Climalteranti dicendo che il signor Gianluca ha firmato un testo a supporto della bontà dei modelli climatici. Lei può anche sapere cosa ha firmato, ma probabilmente, a giudicare dai suoi commenti, non sarebbe d’accordo con l’interpretazione che poi ne viene data.

  26. Gianlucaon Ago 1st 2017 at 10:32

    Mi scuso se continuo ad infrangere la barriera dei 5 commenti, ma vorrei rispondere al Sig. Messori:

    sì, probabilmente starò travisando, spinto da un eccesso di fiducia nell’integrità morale del prof. Zichichi, ma sinceramente continuo a non vedere ancora elementi validi che facciano sottintendere ciò che affermate qui.

    Attualmente infatti, sono sempre più convinto che il fraintendimento della situazione sia più da parte vostra che mia, perché, sia rileggendo l’articolo del Giornale che i documenti segnalati da oca sapiens e riascoltando l’audio del convegno di Erice, risulta sempre più ovvio che non ci sia stato alcun attacco ai climatologi, ma solo ed esclusivamente una forte critica verso tutti quegli opinionisti, ignoranti in materia di clima, che passano il loro tempo in TV a distorcere i fatti, a travisare i dati e ad insultare tutti coloro che osano mettere in dubbio il pensiero del mainstream sul Climate Change, come ad esempio hanno fatto recentemente Federico Rampini e Stefano Massini nella trasmissione Otto e Mezzo del 10 giugno scorso (https://www.youtube.com/watch?v=NiAvLSh3CC0), in cui definiscono CIALTRONI e CIARLATANI tutti coloro che non concordano sull’influenza antropica del Global Warming e sparando essi stessi, a sostegno delle loro tesi, un mucchio di ECO-BUFALE che non c’entrano nulla col GW, ma molto utili a fare TERRORISMO MEDIATICO (come l’uragano Katrina, l’acidificazione degli oceani che causerebbe l’aumento della forza degli uragani, il bombardamento con ioduro d’argento delle nubi, i film hollywoodiani che raccontano di scenari apocalittici, e così via), il tutto incorniciato da un filmato sugli accordi di Parigi che si conclude con un uomo in tuta protettiva e maschera anti-gas che spruzza anticrittogamici (o altra roba) su una distesa erbosa… ma che ci azzecca???!!!

    Ecco, è proprio da questa puntata di Otto e Mezzo che ha preso spunto l’appello di Zichichi, come lui stesso precisa fin dalle prime righe dell’articolo pubblicato sul Giornale, e quel suo “Ciarlatani” non era altro che in risposta al “Ciarlatani” urlato settimane prima proprio dal giornalista Rampini in una trasmissione, tra l’altro, a diffusione nazionale.

  27. oca sapienson Ago 1st 2017 at 20:06

    Gianluca,

    ciarlatani e terroristi sono parole di Zichichi e fanno parte del contesto dell’appello, come precisa la lettera, e quelli che hanno risposto si sono sentiti raggirati.

    Se la sua interpretazione è corretta, Rampini & Massini sono gli scienziati con una falsa “equazione del clima” (o senza, sul Giornale ci sono entrambe le versioni). E Zichichi ha chiesto a una maggioranza di scienziati stranieri di firmare un’appello contro la trasmissione di una tv privata italiana.

    ma che ci azzecca???!!!

    mi sembra ovvio. La CO2 causa l’acidificazione degli oceani, e con altri gas serra l’innalzamento della temperatura e del livello del mare. Insieme alla temperatura aumentano l’intensità degli uragani e le siccità contro le quali – in USA e altrove – anche gli agricoltori fanno spruzzare le nubi con ioduro d’argento.

    Ci sono aziende apposta come Weather Modification Inc., trova i servizi sul suo sito.

    Tanti anticrittogamici hanno un effetto serra. Danneggiano l’apparato respiratorio, per questo nella UE la maschera è obbligatoria.

  28. Renatoon Ago 1st 2017 at 20:30

    Gianluca,
    con chi si scusa? La barriera dei cinque commenti era fattapposta per evitare il batti e ribatti, ma il rispetto di tale regola sembra lasciato al buon cuore di chi commenta; per me dovrebbe essere tassativo -salvo motivate eccezioni, naturalmente- ma, se alla Moderazione va bene così, va bene anche a me.

    Il nocciolo del suo commento qui sopra, secondo me, è che a Lei non garba la definizione di “cialtroni, ciarlatani” di chi non concorda sull’ influenza antropica del Global Warming.

    Non so se è al corrente del fatto che la stragrande maggioranza degli esperti di questo argomento concorda pienamente nell’affermare che il GW è “molto probabilmente” di origine antropica -se dibattito c’è, è sul punto percentuale in più o in meno da attribuire a una causa o all’altra. ” L’espressione Molto probabilmente” dovrebbe mettere sul chi-va-là: il novantacinque per cento dei colpi finiscono sul bersaglio.

    I massimi esperti di balistica (i Climatologi) hanno individuato come Antropica la provenienza del colpo (il GW) e ne hanno determinato con buona approssimazione la traiettoria: senza interventi, molto probabilmente attraverserà il bersaglio del 2100 a oltre due gradi di surriscaldamento rispetto alla temperatura di riferimento; come definirebbe Lei chi, senza titoli riconosciuti*, nega la giustezza dei calcoli?

    Adoperarsi nel tentare di far credere che i calcoli sono sbagliati tende a ridurre la percezione dell’urgenza (di tentare) di deviare il colpo, di ridurne l’energia, di prepararsi ad assorbirlo col dànno minore possibile; per me è un comportamento irresponsabile, e i titoli di “Ciarlatano”, “Cialtrone” per chi lo fa sono ampiamente meritati, per quanto mi sembri inopportuno e forse anche controproducente impiegarli in discussioni pubbliche, come successo a “ottoemezzo”.

    Saluti.

    RR

    ————————
    * “senza titoli riconosciuti”: nel campo della climatologia, naturalmente. Poi Prof. Z di titoli può averne anche un vagone ma, se non sono pertinenti, non sono nemmeno rilevanti.

  29. G Messorion Ago 1st 2017 at 21:59

    Gianluca, sia serio e lo legga attentamente questo articolo.

    Citando le testuali parole “20 scienziati firmano contro il terrorismo ambientalista”. Ora, almeno 5 di questi scienziati (gli altri quindici come sa non hanno risposto) hanno esplicitamente dichiarato di non aver firmato nulla contro il terrorismo ambientalista.

    Non penso ci sia molto altro da aggiungere. Abbiamo posto una domanda molto semplice ai firmatari e abbiamo avuto una risposta (anzi, 5) altrettanto chiara: queste persone non hanno firmato nessun appello che contenga quanto descritto nell’articolo.

  30. Renatoon Ago 1st 2017 at 23:21

    Post:
    Il 5 luglio è apparso su “Il Giornale” un articolo in cui il Prof. Antonino Zichichi ha ribadito le sue posizioni estreme sulla questione climatica, parlando di “eco-bufale”, di “terrorismo”.

    Nell’articolo del 5 luglio di Prof Zichichi le espressioni “eco-bufale” e “terrorismo” non compaiono.

    Nel post Climalteranti “L’ impossibile smentita delle Zichicche” si legge:
    Quello [articolo di Z.] del 5 luglio “L’inquinamento L’inquinamento va punito come reato, ma è da ciarlatani dire che modifica il clima” merita un’eccezione, in quanto alla fine dello scritto, Zichichi ha pubblicato una sorta di appello contro “il terrorismo ambientalista” e “le bufale che vengono fatte circolare sul clima”; ma alla fine dello scritto reperibile al link fornito tale appello non c’è, e nel testo dell’articolo le parole “terrorismo” e “bufala” non compaiono.

    L! “appello”, giusta la risposta di S. Caserini Lug 30th 2017 at 10:59
    sembra consistere nei quattro punti elencati nella colonna “I punti”:

    1: “La Scienza ha la certezza dell’Inquinamento Planetario”, e mi sembra che abbia ragione;

    2: “Coloro che inquinano debbono essere severamente puniti”: credo che per dati valori di “severamente” sia possibile trovare un ampio accordo;

    3: “la Scienza non può essere accusata di non sapere scrivere una equazione semplice come quella di Newton al fine di descrivere l’Evoluzione del Clima”; qui mi sembra che Z difenda “la Scienza” da questa accusa, non che gliela muova.

    4 a: “Il motivo è il seguente: questa equazione non può esistere”; qui Z. motiva il rigetto della accusa di inanità rivolta alla “Scienza”;
    4 b: “Soltanto modelli matematici con molti parametri liberi possono essere elaborati”: Italiano penoso -per questo volevo l’originale- ma direi che è i concetto è giusto.
    4 c: “Non dimentichiamo il giudizio di Von Neumann sui modelli matematici con molti parametri liberi”: no, non lo dimentichiamo: possono anche servire per disegnare gli elefanti volanti dei cartoni animati. Ma, se la scelta dei parametri liberi è giustificata, sono utili e anzi indispensabili anche per elaborare valide proiezioni sul futuro andamento del clima.

    Quindi, se l’appello è questo, mi sembra un adattamento in itagliano di una traduzione automatica dall’inglish, probabilmente ad opera della Redazione de Il Giornale.

    ——————————-

    oca sapiens on Ago 1st 2017 at 20:06
    ciarlatani e terroristi sono parole di Zichichi e fanno parte del contesto dell’appello, come precisa la lettera“,

    No; la lettera precisa invece che “the title says that the signatories are against unspecified “climate hoaxes” and against “environmental terrorism“.

    Il titolo dell’articolo, al link fornito da Climalteranti è “L’inquinamento va punito come reato Ma è da ciarlatani dire che modifica il clima. Niente bufale, né terrorismo.

    We note also“, continua la lettera, “ that the text includes branding as “charlatans” those who maintain that greenhouse gases can modify the earth’s climate.“; nel *testo* dell’articolo la parola “ciarlatani” NON compare.

    Saluti.

    RR

  31. Valentino Pianaon Ago 2nd 2017 at 14:00

    Nel frattempo l’opionione pubblica mondiale pone il climate change tra le minacce principali alla sicurezza, prima o dopo l’ISIS a seconda dei paesi:

    http://assets.pewresearch.org/wp-content/uploads/sites/2/2017/07/31101043/Pew-Research-Center_2017.07.13_Global-Threats_Full-Report.pdf

    ISIS is named as the top threat in a total of 18 countries surveyed – mostly concentrated in Europe, the Middle East, Asia and the United States.
    In 13 countries, mostly in Latin America and Africa, publics identify global climate change as the topmost threat (ma questo succede anche in Spagna, Svezie e Canada). ]Climate change] is the second-ranked concern in many other countries polled.

  32. oca sapienson Ago 2nd 2017 at 16:16

    Renato,
    sì, ma – salvo i due box impaginati in un altro modo così si capisce che sono redazionali – titoli, sottotitoli ecc. fanno parte dell’articolo di Zichichi. Se non gli andavano bene, doveva dirlo al Giornale e sopratutto ai firmatari dell’appello.

    I punti dell’appello (originale?) sono contraddetti da Zichichi, nel suo articolo scrive:

    1. “la Scienza ha la certezza su come combatter[lo]”. Sarebbe bello, ma gli inquinamenti sono tanti (fa tre esempi), non c’è un unico modo di combatterli men che meno la certezza che funzioni

    3. il contrario;

    4a) idem, accusa gli scienziati di affermare che quell’equazione esiste

    4b) idem, i parametri liberi sarebbero troppi per calcolare l’evoluzione del clima perché mancherebbe l’equivalente newtoniano di due masse e della loro distanza

    4c) questa è buffa. I modelli climatici sono tutti diversi, alcuni hanno un parametro libero, altri ne hanno due o tre come il modello meteo di Charney e… prova a indovinare.

  33. Gianlucaon Ago 2nd 2017 at 16:16

    “Nel frattempo l’opionione pubblica mondiale pone il climate change tra le minacce principali alla sicurezza

    Ok, mi avete convinto!

    Ma allora perché si perde ancora tempo a far statistiche e dar peso a ciò che scrive un non-climatologo su un giornale letto solo da un’esigua minoranza di cialtroni allo sbaraglio, visto che il mondo intero ha ormai espresso la sua piena fiducia verso quel 99% di scienziati che sa già cosa fare per salvare il mondo dall’imminente frittura?

    Se il 99% degli scienziati ha deciso, se i politici di tutti i paesi (tranne uno) hanno deciso, se l’opinione pubblica mondiale ha deciso, cos’altro ci frena dall’agire immediatamente?

    Non lo sto dicendo con tono polemico o sarcastico, credetemi… vorrei solo capire… grazie.

    Cordiali saluti

  34. homoereticuson Ago 3rd 2017 at 11:59

    @gianluca (cos’altro ci frena dall’agire immediatamente?)

    si potrebbe rispondere che non è proprio vero che non si stia agendo. Forse non stiamo facendo nemmeno un ventesimo di quanto sarebbe urgente e necessario, ma alcune azioni nel senso della mitigazione sono reali e altre ne verranno attuate.

    Ma la vera risposta alla sua domanda, questo almeno IMHO, risiede nella complessa psicologia (e aggiungerei psico-patologia) di un mammifero che si è evoluto forse un po’ troppo in fretta e che paga le contraddizioni di questo eccezionale e forse unico successo (in senso evolutivo). Un enorme esagerato cervello sul corpo di uno scimmione che possiede ancora tutti gli istinti e i bisogni di uno scimmione.

    Il GW e tutte le sue conseguenze costituisce, secondo me, un immenso problema psichiatrico, prima che scientifico e tecnologico. Un problema che potrebbe benissimo non avere soluzione, sia chiaro. E vorrei tanto sbagliarmi.

  35. […] L’appello contro le eco-bufale e i terroristi del cambiamento climatico, pubblicato il 5 luglio scorso su Il Giornale, portava la firma di Antonino Zichichi e venti fisici. Ma i venti firmatari erano davvero consapevoli di ciò che avevano sottoscritto? Dall’inchiesta di Climalteranti sembra proprio di no.[Climalteranti; Comitato Scientifico di Climalteranti e Antonello Pasini]  […]

Leave a Reply