Notizie e approfondimenti sul clima che cambiaPosts RSS Comments RSS

Laura Tositti

 

Laureata  in Chimica Industriale (110/110) presso l’Università degli Studi Ca’ Foscari di Venezia nel 1983 e specializzata in Chimica Nucleare (60/60 diploma biennale post-lauream) presso l’Università degli Studi di Padova, Laura Tositti è professore associato presso il Dip. di Chimica “G.Ciamician” dell’Università degli Studi di Bologna dal 2005 nel settore scientifico disciplinare CHIM12-Chimica dell’ambiente e dei beni culturali (Abilit. Professore ordinario maggio 2019).

E’ docente in molti corsi di studio dell’Univ. di Bologna tra cui in particolare Chimica dell’ambiente e dei cambiamenti climatici per la Laurea Magistrale in Chimica, e Chimica dell’Atmosfera per la Laurea Magistrale in Fisica del Sistema Terra. Inoltre è docente del corso The Chemistry of Global Change nel Dottorato in Geofisica. Tutor di 7 dottorati di ricerca UNIBO, è autrice di oltre 100 tra pubblicazioni in riviste peer reviewed, capitoli di libro, rapporti di consulenza, contributi a congresso nazionali ed internazionali.

La sua attività di ricerca è imperniata principalmente sull’inquinamento atmosferico (particolato atmosferico) e sul clima. LTositti é stata la prima ricercatrice in ambito universitario in Italia ad adottare la metrica PM10 per il particolato atmosferico a metà degli anni ’90, ossia prima dell’adozione ufficiale nella normativa EU e nazionale. E’ stata ed è principal investigator in numerosi progetti di ricerca riguardanti la caratterizzazione ambientale e dinamica di airshed in ambienti urbani, industriali e remoti, inclusi l’Antartide ed osservatori d’alta quota come Mt. Cimone, la più importante stazione climatologica italiana, e Sierra Nevada (Spagna), incluse le relazioni tra qualità dell’aria ed il clima. A metà degli anni 2000 ha pubblicato uno dei primi paper internazionali sugli effetti dell’acidificazione degli oceani sulla biosfera marina antartica a causa dell’incremento di CO2 atmosferica in corso. Ha condotto ricerche atmosferiche in collaborazione con diverse Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente sia in supporto ad indagini forensi ambientali a favore di varie Procure nazionali.

Post Pubblicati

Il ritiro dei ghiacciai dell’Everest visto dal Laboratorio Piramide e l’importanza della ricerca in alta quota