Notizie e approfondimenti sul clima che cambiaPosts RSS Comments RSS

Un utile libro di testo sul cambiamento climatico

Il libro “Cambiamento climatico, il punto di vista fisico tecnico” di Gianni Comini e Michele Libralato (SGE editoriali) è un agile libro di testo per chi vuole partire dai fondamenti fisici del problema climatico per capire le sue implicazioni.

La conoscenza scientifica sul tema climatico è come noto enorme, se si pensa che l’ultimo Rapporto di valutazione dell’IPCC (i tre volumi del prossimo rapporto sono attesi per aprile, giugno e ottobre 2021) è formato da più di 5000 pagine, senza contare gli allegati. Per cui è sicuramente un merito riuscire a toccare quasi tutti i principali aspetti scientifici in sole 150 pagine, riuscendo altresì ad entrare nei dettagli di alcuni aspetti di base del problema, ad esempio spiegando le equazioni alla base del bilancio energetico terrestre o del budget del carbonio.

Il libro è un utile testo adatto anche come supporto alla didattica, in quanto presenta le conoscenze di base con un linguaggio didattico e figure chiare (molte tratte dai rapporti IPCC e tradotte con cura), nonché una ricca bibliografia.

Il libro è benvenuto anche perché fra chi ha ostinatamente negato le acquisizioni della scienza del clima in passato, ci sono stati docenti di fisica tecnica e di fisica-chimica. Mentre, come scrivono gli autori, studiando i rapporti dell’IPCC “ci si rende conto che le basi fisiche dell’IPCC sono, per lo più, argomenti di trasmissione del calore, termodinamica applicata e modellistica termofluidodinamica”.

 

Riportiamo qui l’indice

 

1 Alle radici del cambiamento climatico

1.1 Introduzione

1.2 Bilancio energetico della Terra

1.2.1 Limite dell’atmosfera

1.2.2 Superficie terrestre

1.2.3 Atmosfera

1.2.4 “Effetto serra” in azione

1.3 Scambi termici e bilanci energetici

1.3.1 Fisica della radiazione

1.3.2 Stima semplificata dell’effetto serra

1.3.3 Radiazione nell’atmosfera

1.4 I gas serra nell’atmosfera

1.4.1 Distribuzione delle emissioni

1.4.2 Il bilancio dell’anidride carbonica

1.5 Limitazione delle concentrazioni atmosferiche di anidride carbonica

1.5.1 Riduzione delle emissioni nel sistema energetico

1.5.2 Rimozione dell’anidride carbonica dall’atmosfera

1.6 Anomalia termica

1.6.1 Distribuzione degli aumenti di temperatura

1.6.2 L’inquinamento chimico

1.7 Percorsi Rappresentativi di Concentrazione – RCP

1.7.1 “Budget” di anidride carbonica

1.7.2 Popolazione mondiale e urbanizzazione

1.8 Conclusioni

 

2 Modelli climatici e suolo

2.1 Introduzione

2.2 Modelli climatici

2.2.1 Costruzione dei modelli climatici

2.2.2 Evoluzione dei modelli climatici

2.2.3 Feedback, o retroazione, positivo

2.3 Scenari Socio-economici Condivisi – SSP

2.3.1 Rivisitazione degli accordi di Parigi

2.4 Il suolo

2.4.1 Cambiamenti climatici e degrado del suolo

2.4.2 Conseguenze dirette dell’aumento di temperatura

2.4.3 Conseguenze indirette dell’aumento di temperatura

2.5 Gestione sostenibile del suolo

2.6 Distribuzione normale o di Gauss

2.6.1 Riduzione dei tempi di ritorno di eventi estremi

2.7 Conclusioni

 

3 Oceano e criosfera

3.1 Introduzione

3.2 Definizioni e metodologia

3.3 Il ghiaccio in montagna

3.3.1 Impatti della fusione dei ghiacci in montagna

3.4 Il ghiaccio nelle regioni polari

3.4.1 Il ghiaccio marino

3.4.2 Le calotte di ghiaccio

3.4.3 Destabilizzazione della calotta Antartica

3.4.4 Il permafrost nelle regioni polari

3.4.5 Destabilizzazione del permafrost nelle regioni polari

3.5 L’aumento del livello del mare

3.5.1 Impatti dell’aumento del livello del mare

3.6 Eventi estremi nell’oceano

3.6.1 Gli uragani

3.6.2 Immagini satellitari degli uragani

3.6.3 Cicloni, anticicloni e accelerazione di Coriolis

3.6.4 Venti di uragano

3.6.5 Onde e maree di tempesta

3.6.6 Venezia e l’Acqua Alta

3.7 Circolazione termoalina

3.7.1 Dinamica del MOC

3.7.2 Indebolimento dell’AMOC

3.7.3 Densità dell’acqua di mare

3.8 Punti di non ritorno

3.8.1 Collasso dei ghiacci

3.8.2 Cambiamenti nelle circolazioni oceaniche e atmosferiche

3.8.3 Ecosistemi minacciati

3.8.4 La cascata dei punti di non ritorno

3.9 Conclusioni

 

 

Testo di Stefano Caserini

No responses yet

Leave a Reply

Translate